Tartufo Bianchetto

Questo Tartufo chiamato anche “marzuolo” può essere confuso con il Tartufo Bianco 

Il tartufo bianchetto è di colore ambrato, ha un profumo meno intenso del bianco ed è di dimensioni piccole.

Dove si raccoglie?

Il terreno dove si raccoglie è molto vario, sabbioso-limoso, semplicemente sabbioso come nei litorali o calcareo-argilloso e si può trovare anche in terreni molto asciutti nel periodo estivo.

Ma come viene utilizzato in cucina

Il tartufo marzuolo emana un profumo tendente all’odore dell’aglio. Può essere usato sia crudo sia fatto bollire per qualche minuto nel brodo. Questo procedimento evita che il suo odore agliaceo ricompaia dopo il pasto. Conservare il tartufo, in frigorifero, in un barattolo chiuso, avvolto nella carta da cucina che deve essere cambiata giornalmente. Non indugiate a mangiarvelo, perché più lunga è la conservazione e minor profumo ricaverete dal tartufo. Se proprio lo volete conservare a lungo, grattatelo, mescolatelo con parmigiano grattato (due parti di tartufo e una di parmigiano) e surgelatelo dentro un barattolo ermetico. Il tartufo deve essere pulito e lavato soltanto al momento dell’utilizzo. Spazzolatelo con una spazzola non troppo dura, sciacquandolo velocemente sotto l’acqua corrente e asciugato con carta da cucina. Se vi avanza consumatelo il più velocemente possibile perché marcisce.

Cosa cambia dal tartufo bianco

Sicuramente il prezzo di vendita poiché un prodotto meno pregiato del bianco.Comunque il tartufo bianchetto ha i suoi estimatori e viene raccolto e consumato in grandi quantità. Il suo aroma è abbastanza forte, un po’ piccante e agliaceo ma gradevole in quantità moderate e può essere cucinato nello stesso modo del tartufo bianco pregiato.

Quotazione Tartufo Bianchetto

grande oltre 50 gr € 500
media 15-50 gr € 400
piccola 0-15 gr € 350

che ne dite se aggiungiamo anche qualche ricetta….

 

Categories: Blog