Sara Bracci

Fin da piccola quello che mi affascinava era veder scorrere il paesaggio marchigiano al di là del finestrino dell’auto dei miei genitori durante i nostri brevi viaggi: osservavo le linee sinuose delle colline, i colori, le querce, piena di stupore.

Crescendo ho voluto che la mia scuola fosse “La scuola del Libro” di Urbino, una cornice perfetta per capire ancora di più la bellezza architettonica del nostro territorio: all’interno delle sale del Palazzo Ducale di Urbino, nella sezione di Incisione e Illustrazione del Libro, ho passato 5 anni bellissimi che mi hanno portato al successivo e naturale conseguimento della Laurea in Lettere con indirizzo storico artistico.
In tutti questi anni, però, quello che è continuato ad essere oggetto della mia meraviglia è stata la nostra “terra”, questo “recinto dedicato alla poesia”, queste “geografie sospese” come amava definire le Marche il grande Carlo Bo.
Per questo nel 2007 mi sono iscritta al 1° corso di Alta formazione “Ambasciatore territoriale dell’enogastronomia” da cui nel 2009 è scaturita l’omonima associazione culturale di cui sono segretaria: essere ambasciatori di un territorio significa, infatti, portarlo agli altri sapendone descrivere le peculiarità che lo fanno tale come architettura, arte, enogastronomia, bellezze paesaggistiche.
Nel 2009 ho intrapreso l’avventura del diventare sommelier con la Delegazione Ais Urbino Montefeltro e dal 2012, dopo aver superato l’esame del terzo livello, sono sommelier a tutti gli effetti e dal 2013 Degustatrice Ufficiale Ais.
La mia passione più grande è quella di portare gli altri, turisti ma anche i marchigiani stessi, ad amare le marche come le amo io.

 

10593072_615983105184443_1984233871495557000_n

Categories: Blog Post-it