Le tagliatelle al tartufo

Tempo di preparazione
30 minuti
Tempo di cottura
9 minuti
Difficoltà
Facile
Persone
4 persone
Portata
Primi
150 Grammi
Farina 00
150 Grammi
Semola
6 N
Tuorli
1 N
Uovo
1 Pizzico
Sale Fino
100 Grammi
Burro
50 Grammi
Parmigiano Grattugiato
Q.B.
Succo di Limone

Disporre la farina a fontana su una spianatoia di legno.

Versare al centro gli ingredienti lavorare con una forchetta incorporando la farina.

Una volta presa consistenza lavorare l’impasto con più energia utilizzando il palmo della mano.

Quando il composto sarà pronto lasciarlo riposare, dopodiché stendere con il matterello fino a raggiungere lo spessore desiderato fare asciugare la sfoglia.

Tagliare la sfoglia della grandezza desiderata pappardelle, tagliatelle, tagliolini.

Ma come facciamo a capire se la pasta ha raggiunto lo spessore desiderato???Le nonne riuscivano a stabilire questo fondamentale passaggio inserendo nel tavolo di lavoro una tovaglia disegnata con dei fiori, quando si riusciva a vedere il disegno sotto la sfoglia, voleva dire che la pasta era pronta per poter essere asciugata.

Per la salsa

Burro g 200

Tartufo bianco d’Acqualagna g 100

Parmigiano grattugiato g 50

Sale q.b.

Succo di limone q.b.

Esecuzione

In un saliere sciogliere delicatamente il burro con l’aggiunta di un pizzico di sale e qualche goccia di succo di limone.

Aggiungere il parmigiano e far sciogliere delicatamente con l’aggiunta di acqua di cottura della pasta.

Scolare le tagliatelle e saltare con la salsa ottenuta, disporre nei piatti di portata e cospargere di tartufo bianco d’Acqualagna servire subito.
La pasta va sempre fatta riposare prima di essere stesa al mattarello in modo che si possa rilassare e il glutine che durante la lavorazione è stato stressato torni elastico, caratteristica fondamentale per poter ottenere una sfoglia sottile .